Archivi del Blog

Inglese su StackExchange

Una risorsa utilissima per chi ha già un buon livello di inglese è English Language & Usage su StackExchange. Se non conoscete questo sito, o non lo avete mai usato, StackExchange è fondamentalmente un contenitore di domande e risposte suddivise per argomento. Qualche esempio, oltre a English Language & Usage: Emacs, Matematica, Science Fiction & Fantasy, Cinese, Giapponese, ecc.

Il funzionamento è molto semplice. Si crea un account completamente gratuito, e si pone la domanda per la quale non si ha una risposta. Conviene sempre fare una ricerca nel sito prima di pubblicare il proprio quesito perché ci sono diversi dubbi già risolti da altri utenti. Leggi altro ›




Language tool: controllo ortografico e grammaticale online

Dopo la pausa estiva, torna anche il nostro blog per farvi compagnia durante il rientro dalle vacanze e come sempre darvi spunti per lo studio e l’approfondimento delle lingue.

Oggi vorrei parlarvi brevemente di un utilissimo strumento online da utilizzare sia per l’italiano che per le lingue straniere: Language Tool (esiste anche una versione per Emacs se vi interessa). Questo piccolo ma potente programma vi aiuta nella stesura di testi in lingua fornendovi non solo la correzione ortografica (errori di spelling, lettere maiuscole/minuscole, ecc.) ma anche quella sintattica e grammaticale.

La cosa ancora più bella è che Language Tool non si limita a sottolineare l’errore, come fanno di solito i processori di testo, ma indica anche il motivo per cui la data parola o struttura non è adeguata e come modificarla per migliorare il proprio stile. Provare per credere.

Se state scrivendo un testo in British English, e per caso vi scappa una parola più comune o scritta con lo spelling americano, Language Tool ve lo segnala, spiegando qual è invece il corrispettivo britannico. Se c’è un errore di spelling, LT ve lo indica, spiegando ad esempio che la parola è ripetuta o sbagliata, e proponendo la soluzione più plausibile.

Tuttavia LT non funziona solo per l’inglese, è testato e funzionante anche per tedesco, francese, polacco e altre 20 lingue. Unica pecca, al momento in cui scrivo questo articolo l’italiano è poco supportato, cioè ha poche regole di sintassi e grammatica definite quindi corregge solo gli errori principali. Essendo un software open source, però, migliorerà sicuramente nel tempo dato che ognuno di noi può contribuire ad espanderlo con le proprio conoscenze.

Quindi la prossima volta che scrivete qualcosa in lingua, che sia un’email, un compito per casa o un messaggio su un social network, perché non farci aiutare da questo bellissimo software per evitare errori e imprecisioni che potrebbero minare la comprensione del nostro testo?

Come sempre, buono studio e se conoscete e usate altri strumenti simili segnalateceli nei commenti qui sotto.




Come impostare alcuni motori di ricerca in una lingua straniera

Buon mercoledì ai nostri carissimi lettori,

questa settimana vi spiegheremo passo passo come impostare il proprio motore di ricerca in modo che restituisca i risultati in una lingua diversa dall’italiano.

Questa operazione molto facile vi permetterà di creare un ambiente di ricerca che vi forzerà nello studio e nell’apprendimento del linguaggio che state studiando anche quando navigate semplicemente in internet, proponendovi i contenuti in una lingua diversa dalla vostra.

Leggi altro ›




Una risorsa (quasi) infinita di esercizi online

Oggi vi vogliamo parlare di un sito web molto interessante: tolearnenglish.com. Si tratta di un insieme di pagine wiki piene di brevi lezioni, schemi, e tanti, tantissimi esercizi. Una pagina “wiki” (come wikipedia per intenderci) è di per sé un sito vuoto, i cui contenuti vengono via via aggiunti dagli utenti.
Agli utenti spetta anche il compito di verificare l’attendibilità delle informazioni inserite nelle pagine, commentarle, giudicarle o proporre eventuali modifiche.

Le lingue sulle quali ci si può esercitare sono:

  • inglese
  • francese
  • spagnolo
  • tedesco
  • italiano
  • duch (olandese).

Al di là della lingua scelta, i menù e le istruzioni della pagina sono sempre in inglese dato che purtroppo non è ancora stata introdotta la possibilità di cambiare lingua (salvo per le consegne degli esercizi che sono nella lingua di esercitazione).

Leggi altro ›




Imparare le lingue con i Social Network.

servicecommunicationstoday.blogspot.com

Studio le lingue straniere da diversi anni e sono sempre alla ricerca di metodi alternativi di apprendimento che mi permettano di approfondire le lingue in modo efficace e perché no divertente. Considerato che oggigiorno chiunque possiede almeno un account ed utilizza quotidianamente un social network, ho pensato di utilizzare questo strumento in modo produttivo esercitandomi con le lingue straniere studiate. Il vantaggio che ci offrono queste piattaforme è proprio il fatto di poter parlare e mantenersi in contatto con utenti di qualunque nazionalità e provenienti da ogni parte del mondo, non solo attraverso le chat ma anche con le videochiamate.

Essendo laureanda in lingue straniere (inglese e francese), in questi anni ho avuto modo di conoscere diversi studenti stranieri, con i quali sono rimasta in contatto grazie al social network facebook e attraverso skype. Inoltre, mi piace tenermi in contatto con utenti inglesi e francesi che a loro volta sono interessati all’apprendimento di una lingua, ed intrattenermi con loro in conversazioni via chat. La cosiddetta “parlata da social network” seppur semplificata e spesso ricca di abbreviazioni, si può rivelare molto utile dandoci la possibilità di apprendere parole nuove, di allenarci nella conversazione “botta e risposta”, obbligando così la nostra mente ad elaborare frasi in modo veloce ed automatico. Osservare il modo in cui i nostri contatti stranieri si esprimono attraverso i loro profili virtuali,inoltre, ci da la possibilità di imparare interessanti espressioni idiomatiche, che fanno parte di quel linguaggio familiare e quotidiano che difficilmente arriviamo a conoscere durante le ore di lezione.

www.business2community.comInfine, entrando in contatto con utenti di madrelingua straniera, abbiamo la possibilità di mettere in pratica le conoscenze acquisite durante le ore di studio e di fissarle cosi nella nostra mente. Possiamo inoltre divertirci ad osservare le diversità che ci sono tra parlanti della stessa lingua provenienti da diverse parti del mondo. E’ sorprendente ,ad esempio, notare il diverso approccio alla lingua inglese di utenti americani e britannici, o le diversità che ci sono tra le due culture.

Insomma, consiglio a tutti gli studenti di lingue straniere di sfruttare uno strumento importante come il social network per migliorare le proprie conoscenze linguistiche, e perché no, per instaurare nuove amicizie che gli permetteranno di conoscere culture diverse dalla loro.

 

Nadia Silvestri è laureanda di Lingue, Letterature e Culture Moderne presso l’Università di Padova. È appassionata di lingue straniere, arte,  musica e collabora con Boccaperta come insegnante in training e social media management.




Elearning da smartphone e tablet

boccaperta_elearning_mobileIeri abbiamo fatto un sostanziale aggiornamento del sito e-learning: l’interfaccia è ora più chiara e semplice da navigare, anche i corsi sono più intuitivi (la lezione della settimana corrente è evidenziata) e in generale l’aspetto della piattaforma è migliorato. Vi chiediamo comunque come sempre di segnalarci eventuali problemi o errori che riscontriate durante la navigazione.

Il sito è da sempre navigabile con facilità con smartphone e tablet, tuttavia da oggi abbiamo introdotto una novità: la possibilità di scaricare su smartphone e tablet Android e Apple l’App ufficiale moodle e accedere alla piattaforma ancora più facilmente dal vostro dispositivo mobile.

I passi da seguire sono pochi e semplici:

  1. Scaricare ed installare l’app Android o l’app iOS sul vostro dispositivo;
  2. Inserite come dati per l’accesso: website: http://elearning.boccaperta.com/moodle user: lo user name che utilizzate solitamente per accedere alla piattaforma password: la password che utilizzate solitamente per accedere alla piattaformaboccaperta_elearning_mobile

Dopo questi due semplici step, vi troverete davanti ad elearning in formato mobile, e avrete accesso direttamente da lì a molte delle funzionalità presenti sul sito web.

Allora buona navigazione e come sempre buono studio!




Podcast per studiare il giapponese: Top Five

itunesOggi riprendiamo la serie di articoli dedicati ai podcast per imparare le lingue. Se avete perso qualche puntata precedente su cosa siano i podcast e quale sia la loro utilità didattica, potete trovare le risposte QUI. In seguito vi abbiamo presentato varie proposte di podcasting riguardanti lo studio dell’inglese e del cinese. Oggi è il turno di parlare della lingua giapponese.

Durante lo studio del giapponese, così come di un’altra lingua così “lontana” dall’italiano (come il cinese e il coreano), capita forse spesso di sentirsi preparati sulle regole grammaticali e sugli esercizi proposti dal libro di testo, ma di non sapere poi affrontare una conversazione reale o non comprendere il senso di un testo che esula dal programma di studio o di un corso. Ciò che manca in questi casi è proprio l’esercizio di ascolto. Se non abbiamo tempo di guardare un film o un anime in lingua originale oppure i dialoghi e gli audio di un libro di testo standard ci risultano noiosi, esiste un vasto numero di siti da cui scaricare podcast e materiali audio/video per poter esercitarsi. Qui di seguito ne ho selezionati cinque e ho creato una sorta di “top five” dei siti per scaricare gratuitamente materiali audio ed allenare il proprio orecchio. Per il momento mi limito a descriverli brevemente, anche per darvi il tempo di testare personalmente i vari link. Nei post seguenti, invece, approfondirò questi siti ad uno per uno, analizzandoli da vari punti di vista.

1. JapanesePod101

JpIn primo luogo, un ottimo strumento multimediale per esercitare la propria capacità di ascolto è “JapanesePod101”, apprezzato ampiamente dagli utenti della rete. Per poter usufruire dei materiali audio, basta iscriversi utilizzando un indirizzo mail o il proprio account di facebook. A mio avviso, si tratta di uno dei siti di podcast più completo dal punto di vista dello studio della lingua giapponese in tutte le sue fasi. Oltre alla possibilità di scaricare i materiali audio e le schede lessicali, offre anche esercitazioni di comprensione generale sul materiale audio della lezione. Questa caratteristica è un fattore in più, rispetto ad altri podcast, poiché non tutti i siti presentano esercizi, ma solo file audio con gli script.  Infine, un altro punto di forza è la varietà nella scelta del livello di giapponese (da principiante ad avanzato). Non vi anticipiamo altro. Presenteremo altre considerazioni quando analizzeremo ad uno uno i podcast di questa lista.

2. Learn Japanese Pod

JapanesePodSviluppare contemporaneamente le proprie competenze sia in inglese che in giapponese: è possibile, grazie a questo sito di podcast. Si tratta di lezioni tenute da Asuka e Alex, con spiegazioni in inglese e vari esempi d’uso nella lingua giapponese. Tali lezioni rappresentano per noi italofoni, in termini “dragonbolliani”, uno stato di “Super Sayan” dello studio. Il fatto di doversi concentrare doppiamente sulle spiegazioni in inglese delle espressioni in giapponese può risultare pesante. Tuttavia il risultato è a dir poco sorprendente. Ad una prima occhiata sembrerebbe uno strumento solo adatto a studenti di livello avanzato (in entrambi le lingue straniere), però le spiegazioni in inglese associate agli script rendono più comprensibile il testo e l’uso del lessico (sia del giapponese che dell’inglese). Va da sé, è consigliato almeno un livello A2-B1 in inglese.

3. iTunes Japanese Podcasts

AppleAl primo posto della classifica “Best Japanese Multimedia Learning Resources” stilata dal sito Tofugu, iTunes è il primo strumento da cui è possibile scaricare i materiali gratis collegandosi a “iTunes Japan”. Il metodo è molto semplice: in primo luogo si accede alla pagina iTunes Store (dopo aver scaricato ed installato iTunes) e si modifica il paese in “Japan” o “日本” (in basso a destra, dove potete trovare un logo con la bandiera del vostro Paese o il Paese da cui siete collegati). In secondo luogo si clicca su “podcast”. Ed ecco che si aprono una serie di contenuti di vario genere e si possono trovare anche i canali dei due siti della lista sovra citati. L’ unica “pecca” è che la pagina è in giapponese e necessita di una certa padronanza dei kanji e del lessico di base. Per approfondire l’uso dei podcast su iTunes potete anche leggere la pagina di riferimento QUI.

4. NHK’s Japanese Podcast Lessons

NHKUn altro strumento utilissimo da cui scaricare lezioni e materiali audio è offerta dall’emittente televisiva e radiofonica giapponese NHK World. Il link rimanda direttamente alla pagina in inglese e, come potete notare, ci sono addirittura 50 lezioni scaricabili. Descriverò più dettagliatamente questo sito nei post seguenti. Intanto vi invito a dare una prima occhiata.

5. TBS News

TbsNewsAl quinto posto segnalo il sito della TBS (Tokyo Broadcasting System). Non l’ho menzionato prima solo perché gli altri siti offrono materiali che spaziano di più a livello tematico. La TBS News è pur sempre un sito di notizie, anche se con videoclip. Per esperienza personale so che potrebbe risultare un po’ noioso qualora non si trovino news interessanti. La scelta e l’apprezzamento dipende sempre dai gusti personali. Infine è uno strumento adatto a chi possiede già un livello intermedio, intermedio-alto di giapponese.

Una nota puramente didattica è d’obbligo. Il fatto che ci sia il videoclip è di grande aiuto alla comprensione orale, poiché chiaramente vi è il supporto visivo (labiale). Ma attenzione a non lasciarsi distrarre dalle immagini. Inoltre è ottimo per allenare il linguaggio giapponese formale.




Questo è il blog di Boccaperta. Qui trovi novità sulle nostre attività oltre che consigli, strumenti, suggerimenti e commenti sull'apprendimento delle lingue, la traduzione e le lingue in generale.
Se vuoi dire la tua, puntualizzare qualcosa o segnalare un errore, puoi commentare i post cliccando su "commenti". Grazie dell'attenzione e buona lettura!

INDICE DEGLI ARTICOLI

Seguici:

Subscribe